Fai risparmiare la tua azienda con l'Ecobonus per la riqualificazione energetica

Aggiornato il: 15 nov 2019

Ti piacerebbe risparmiare tasse e allo stesso tempo ridurre i consumi di energia in azienda? Ti spiego come fare in questo articolo.



Con l’agevolazione fiscale Ecobonus 2019 puoi detrarre dal 50% al 65% dall’Irpef o dall’Ires per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2019 relative ad interventi di riqualificazione energetica fatti su immobili in proprietà, leasing, in affitto o comodato, compresi uffici, negozi e capannoni. É innanzitutto importante sapere esattamente quali sono le spese che rientrano nell’Ecobonus 2019. Per usufruire dell'agevolazione fiscale, detraibile in 10 anni o in certi casi anche in unica soluzione come sconto sulla spesa iniziale sostenuta, è indispensabile che gli interventi siano eseguiti su edifici esistenti già dotati di impianto termico. Gli interventi ammessi per la detrazione riguardano:

  • interventi sull’involucro degli edifici;

  • pannelli solari:

  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;

  • acquisto e posa in opera di schermature solari;

  • dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento;

  • produzione di acqua calda.

Grazie all’incentivo Ecobonus 2019, per una società che per ipotesi spende 30.000 euro, è possibile riuscire a recuperare fino a 37.500 euro di imposte. Ti spiego in che modo.

Prendiamo ad esempio una SAS (ma andrebbe bene anche una SRL) che fa un investimento in riqualificazione energetica (un cappotto termico) di 30.000 euro sul capannone che la società utilizza come affittuaria e che magari è di proprietà di uno dei soci o di una holding dei soci.

A ben vedere, peraltro, in queste fattispecie si potrà di fatto fruire di 3 benefici:


  1. Il recupero del costo sotto forma di ammortamento, con l’applicazione delle regole usuali previste dalla normativa fiscale (art. 102 del TUIR). Infatti, trattandosi di una spesa fatturata a nome della SAS, l'azienda, oltre a recuperare l’Iva potrà dedurre il costo in 5 anni. Quindi, tra IRPEF, IRAP e INPS otterrà un risparmio di almeno il 60%, ovvero di 18.000 euro (=30.000 x 60%).

  2. Il godimento della detrazione specifica, che serve a premiare il particolare intervento finalizzato al risparmio energetico. Il risparmio per la riqualificazione energetica sarà del 65% in 10 anni cioè di 19.500 euro (30.000 x 65%).

  3. A tutto questo si aggiungono poi i risparmi in termini di minori bollette da quantificare.

A chi spetta l’Ecobonus 2019? Tutti i contribuenti privati e i titolari di impresa con partita IVA (escluse le imprese costruttrici, per gli immobili-merce, cioè destinati alla vendita) che possiedono a qualsiasi titolo l'immobile oggetto degli interventi di risparmio energetico possono sfruttare i vantaggi dell'Ecobonus. In sintesi:

  • Privati

  • Ditte individuali

  • SAS e SNC

  • SRL

  • Associazioni tra professionisti;

  • Enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.


Quanto si può risparmiare con la riqualificazione energetica? A seconda della tipologia di interventi, si possono detrarre spese dal 50% al 65%.

La detrazione è pari al 50% per:

  • acquisto e installazione di finestre, infissi e schermature solari;

  • sostituzione di impianti di climatizzazione con caldaie a condensazione o a biomassa con efficienza almeno pari alla classe A;

  • acquisto di caldaie a pellet.

La detrazione è pari al 65% per:

  • sostituzione di caldaie esistenti con caldaie a condensazione almeno di classe A e con contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti;

  • acquisto e installazione di microcogeneratori di calore;

  • pannelli solari per l’acqua calda, pompe di calore, cappotti termici e altri interventi sull’involucro edilizio.

Il tetto di spesa massima, a prescindere dalla categoria catastale degli immobili esistenti, è:

  • 100.000 euro (cioè una spesa massima di 153.846,20 euro) per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti;

  • 60.000 euro (cioè una spesa massima di 92.307,69 euro) per involucro di edifici esistenti (pareti, finestre e infissi) e installazione di pannelli solari;

  • 30.000 euro (cioè una spesa massima di 46.153,85 euro) per sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Per gli interventi in condominio le detrazioni fiscali vanno dal 70% al 75% per un limite di spesa di 40.000 euro per ogni unità immobiliare. Se gli interventi sono finalizzati alla riduzione del rischio sismico, la detrazione va dall’80% all'85% per un limite massimo di spesa di 136.000 euro.

Cosa fare per ottenere l’Ecobonus 2019

Per poter fruire dell’Ecobonus 2019 è necessaria una documentazione specifica per ogni unità immobiliare, costituita da:

  • Certificazione energetica dell’edificio (APE);

  • Scheda informativa degli interventi realizzati;

  • Attestazione di corrispondenza dell'intervento ai requisiti indicati dalla legge;

  • Pagamenti delle spese di intervento di riqualificazione energetica con bonifico bancario o postale specifico.

Entro 90 giorni dal termine dei lavori, bisogna trasmettere all’Enea, per via telematica, la scheda informativa degli interventi realizzati e le informazioni contenute nell’APE.

Se per i privati la detrazione compete in base al principio di cassa, cioè nell’anno in cui è avvenuto il pagamento, le imprese devono adottare il consueto principio di competenza.

Rischi possibili per documentazione errata

Per le richieste non corrette parte la segnalazione all’Agenzia delle Entrate per la revoca della detrazione. Inoltre, l'Agenzia effettua verifiche a campione sulla documentazione presentata per la detrazione fiscale, controlli in loco e dei professionisti coinvolti con segnalazione agli Ordini di riferimento, in modo particolare per gli immobili sui quali sono stati dichiarati interventi di rilevante valore. Per non correre rischi ed evitare di incorrere in sanzioni ti consiglio quindi di rivolgerti a persone esperte in grado di predisporre correttamente tutta la documentazione necessaria. Se non sai a chi rivolgerti o hai bisogno di maggiori informazioni e chiarimenti su come ottenere le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica, contattaci o prenota una consulenza fiscale gratuita.

Consulenza fiscale

Contatti

EVOLUZIONE FISCALE S.R.L.
 

Studio Commerciale di Consulenza FISCALE, SOCIETARIA e PAGHE
 

Via Maria Enriquez Agnoletti, 8 - 56025 Pontedera (PISA) 

Email: claudio@evoluzionefiscale.it 

 

Tel 0587 331153   
Whatsapp 392 7311800

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale

©2019 Evoluzione Fiscale S.R.L.  Partita IVA IT02347660504