Entro il 31 marzo 2021 le domande per il bonus pubblicità

Aggiornato il: mar 7

Per le imprese che investono in pubblicità esiste per il 2021 e 2022 un contributo a fondo perduto pari al 50%

DI CHE SI TRATTA

Per gli investimenti pubblicitari effettuati nell'anno 2021 e 2022 si ha diritto ha un credito d'imposta cioè un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa sostenuta


A CHI SPETTA

  • imprese

  • liberi professionisti

  • associazioni e enti non commerciali

I VANTAGGI

A fronte di investimenti pubblicitari, imprese e liberi professionisti otterranno 2 vantaggi:

  1. un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute

  2. la deduzione al 100% del costo ai fini fiscali (Irpef, Ires, Irap)

Considerando un'imposizione fiscale media in Italia di almeno il 50% e il bonus pari al 50%, il risultato finale è che l'investimento può diventare a costo ZERO.


COSA CI RIENTRA

Ci rientrano le spese relative a spazi pubblicitari su magazine stampati, digitali e siti internet come, ad esempio, sul sito web di un’agenzia di stampa.

C'è una fondamentale condizione da rispettare: che si deve trattare di testate giornalistiche.

Dobbiamo verificare che la pubblicità che si va a sostenere abbia quindi come base una testata giornalistica con un direttore responsabile di riferimento e che questa testata giornalistica sia registrata al Tribunale civile, ai sensi dell’articolo 5 della legge 47/1948, oppure presso il Registro degli Operatori della Comunicazione tenuto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Ci rientrano dunque tutte quelle riviste stampate di settore dove si fa pubblicità per migliorare il proprio branding, la propria autorevolezza. Sappiamo che per incrementare la propria autorevolezza uno dei modi è quello di riuscire ad apparire in riviste specializzate già famose punto bene adesso questo diventa più conveniente grazie al bonus pubblicità.


COSA NON CI RIENTRA

Non tutti gli investimenti pubblicitari rientrano nel bonus pubblicità.

Non ci rientrano per esempio la grafica pubblicitaria su cartelloni fisici, volantini cartacei periodici, pubblicità su cartellonistica; pubblicità su vetture o apparecchiature; pubblicità mediante affissioni e display; pubblicità su schermi di sale cinematografiche; pubblicità tramite social (Facebook, Instagram, YouTube, Twitter, ecc.) o piattaforme online.

Non ci rientra la pubblicità di Google. Sono anche esclusi tutti i siti web non registrati come testata giornalistica.

Sono escluse per il 2021 ed il 2022 le attività su radio e TV locali e nazionali. In passato ci rientravano.


IL BONUS SI OTTIENE IN 3 FASI

  1. Entro il 31 marzo 2021 occorre fare una istanza al "Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri" in via telematica. Cliccando su questo link si accede al modulo.

  2. Entro il 31 gennaio 2022 dovrà essere, sempre in via telematica, presentata la dichiarazione finale con cui si comunica il totale delle spese sostenute nell’anno 2021.

  3. Riconoscimento del credito: entro il mese di marzo 2022 arriverà la comunicazione dal ministero con l'elenco delle società ammesse al bonus pubblicità.

Da quel momento il bonus potrà essere speso attraverso compensazione con il modello F24.


A CHI CONVIENE

A tutte quelle imprese che già programmavano di farsi pubblicità ancora in modo piuttosto tradizionale ovvero attraverso riviste specializzate.

Pensiamo a tutte le riviste che troviamo in edicola di tipo cartaceo, che si propongono naturalmente anche in forma digitale, ma il cartaceo in questi casi è senz'altro più efficace.

Pensiamo a chi si fa pubblicità su riviste e brochure specializzate come le agenzie immobiliari, o nel settore dei mobili, o nel settore delle carrozzerie e dei gommisti.

L'importante è che dietro ci sia una testata giornalistica registrata.

In ogni caso, va sempre valutato se per il settore in cui la tua impresa opera, ha ancora senso promuoversi attraverso delle riviste specializzate anziché attraverso Facebook o Google che, come abbiamo detto, non rientrerebbero nel bonus.

Se sei interessato a questa opportunità prenota cliccando qui una consulenza con noi oppure chiamaci.

Consulenza fiscale

Contatti

EVOLUZIONE FISCALE S.R.L.
 

Studio Commerciale di Consulenza FISCALE, SOCIETARIA e PAGHE
 

Via Maria Enriquez Agnoletti, 8  

56025 Pontedera (PISA) 

Email: claudio@evoluzionefiscale.it 

 

Tel 0587 331153   Whatsapp 392 7311800

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale

©2019 Evoluzione Fiscale S.R.L.  Partita IVA IT02347660504