BONUS 60% PER SANIFICAZIONE ANTI-COVID-19: DOMANDE ENTRO IL 7 SETTEMBRE

Aggiornato il: ago 31

Fino al 60% di aiuti a fondo perduto da utilizzare in F24: arrivati i chiarimenti ministeriali


UN ESEMPIO PER CAPIRE

Se per il 2020 spendi per la sanificazione 10.000 euro, ti possono tornare indietro ben 6.000 euro. Vediamo meglio.


IL BONUS

L’articolo 125 del Dl Rilancio propone un credito d’imposta per la sanificazione e l'acquisto dei dispositivi di sicurezza per le spese sostenute fino al 31/12/2020.

A CHI SPETTA

A tutte le IMPRESE INDIVIDUALI, alle SOCIETÀ, ai PROFESSIONISTI SINGOLI e ASSOCIATI ed alle ASSOCIAZIONI NO PROFIT (Sportive, Culturali, ecc.).

COME FUNZIONA

Il credito è riconosciuto in misura pari al 60% delle spese sostenute nel 2020, per un massimo di di 60.000 euro per ciascun beneficiario, corrispondente ad una spesa massima di 100.000 euro. SPESE AGEVOLATE

Sono agevolabili TUTTE LE SPESE sostenute per la SANIFICAZIONE degli ambienti e delle attrezzature di lavoro.

Vi rientrano le spese per:

- mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3

- guanti

- visiere e occhiali protettivi

- tute di protezione e calzari

- prodotti detergenti e disinfettanti

- termometri

- termo scanner

- tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, incluse le eventuali spese di installazione

- dispositivi per garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, incluse le eventuali spese di installazione.


UTILE DA SAPERE

Ci rientra anche il:

- costo della sanificazione eseguita da imprese abilitate

- noleggio o acquisto di attrezzature e macchinari per la sanificazione

- costo orario dei propri dipendenti impiegati per la sanificazione svolta in autonomia*.

*In questo caso, l’ammontare della spesa agevolabile può essere determinata moltiplicando il costo orario del lavoro del soggetto impegnato a tale attività per le ore effettivamente impiegate nella medesima. Tale spesa oraria va documentata mediante fogli di lavoro interni all'azienda.


MODALITÀ E TEMPI PER OTTENERE IL BONUS

Entro il 07/09/2020 va presentata all’Agenzia delle Entrate una comunicazione (scarica qui il modulo) esclusivamente con modalità telematica affidandosi al proprio commercialista.

I contribuenti interessati devono comunicare:

  • l’ammontare delle spese ammissibili sostenute fino al 31/08/2020 (per i professionisti contano le spese pagate entro quella data);

  • l’importo che prevedono di sostenere successivamente e fino al 31 dicembre 2020.

Entro l’11/09/2020 sapremo con certezza la percentuale di riparto, poiché la cifra messa a disposizione dallo Stato per il Bonus è di 200 milioni di euro.


COME SFRUTTARE IL BONUS

Il credito d’imposta si può utilizzare:

- in compensazione con il modello F24 a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento di riparto;

- in alternativa, il bonus può essere ceduto, anche parzialmente, a una banca.


Per maggiori informazioni e chiarimenti sui requisiti e le modalità di richiesta del BONUS SANIFICAZIONE contattaci o prenota una consulenza.

Consulenza fiscale

Contatti

EVOLUZIONE FISCALE S.R.L.
 

Studio Commerciale di Consulenza FISCALE, SOCIETARIA e PAGHE
 

Via Maria Enriquez Agnoletti, 8 - 56025 Pontedera (PISA) 

Email: claudio@evoluzionefiscale.it 

 

Tel 0587 331153   
Whatsapp 392 7311800

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale

©2019 Evoluzione Fiscale S.R.L.  Partita IVA IT02347660504