I voucher digitali impresa 4.0 per il 2019

Aggiornato il: 15 nov 2019

Cosa sono i voucher per la digitalizzazione, come funzionano, chi può richiederli e come si ottengono.


Forse non sai che per la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese, i PID (Punto impresa Digitale) delle Camere di Commercio, mettono a disposizione ogni anno voucher digitali per l’acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0, ed anche se probabilmente i fondi oggi sono esauriti è utile sapere che dal prossimo gennaio 2020 usciranno i nuovi bandi (marzo-aprile 2020) e quindi occorre prepararsi per tempo.

Cosa si intende per digitalizzazione? Si tratta di un nuovo modello organizzativo con cui gestire in modo efficace tutte le attività aziendali, eliminando qualsiasi rallentamento e riducendo i margini d’errore. I principali ambiti tecnologici di innovazione digitale 4.0 riguardano:

  1. software, piattaforme e applicazioni digitali; big data e analytics; cybersicurezza e business continuity; soluzioni tecnologiche digitali di filiera; soluzioni per la manifattura avanzata; manifattura additiva; soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva; simulazione; integrazione verticale e orizzontale; Industrial Internet e IoT; cloud;

  2. sistemi di e-commerce; sistemi di pagamento mobile e/o via internet; sistemi EDI, geolocalizzazione; tecnologie per l’in-store customer experience; system integration applicata.

Come funziona il contributo?

Gli incentivi per la digitalizzazione vengono concessi alle imprese sotto forma di voucher per un investimento minimo di 5.000 euro. Il fondo perduto è pari al 70% dei costi ammissibili, ma normalmente il contributo non può superare 10.000 euro. Per ciascuna impresa è ammessa una sola richiesta di voucher. Chi puo’ chiedere il contributo? Possono beneficiare dei voucher digitali, le imprese con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di riferimento.

Come si ottiene il contributo? Il voucher si ottiene tramite graduatoria, secondo il punteggio assegnato al progetto, che può essere presentato dalla singola impresa o da più imprese. Le modalità di partecipazione variano a seconda della Camera di Commercio che indice il Bando.

Spese ammissibili I voucher devono essere utilizzati per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste nel Bando, che devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;

  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto, nel limite massimo del 50% del totale della spesa prevista dall’impresa.

Per informazioni su come accedere ai bandi per la digitalizzazione contattaci o prenota una consulenza fiscale gratuita.

22 visualizzazioni
Consulenza fiscale gratuita

Contatti

EVOLUZIONE FISCALE S.R.L.
 

Studio Commerciale di Consulenza FISCALE, SOCIETARIA e PAGHE
 

Via Maria Enriquez Agnoletti, 8 - 56025 Pontedera (PISA) 

Email: claudio@evoluzionefiscale.it 

 

Tel 0587 331153   
Whatsapp 392 7311800

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale

©2019 Evoluzione Fiscale S.R.L.  Partita IVA IT02347660504