IL NUOVO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LE PARTITE IVA

Aggiornato il: mar 27

Come fare il calcolo e a chi si spetta il contributo

Dopo i sostanziali lockdown degli ultimi mesi, in molti settori il Governo propone nuovi ristori che tuttavia sono irrisori rispetto alle perdite subite dalle imprese.

Da notare che tutte le imprese, "costrette" a chiusure e limitazioni, si aspettavano un contributo come percentuale sul calo di fatturato ANNUALE subito dal 2019 al 2020.


Il governo ha deciso invece di pagare una percentuale sul calo MENSILE di fatturato e dunque solo pochi spiccioli.


Condizione di base

che il fatturato medio mensile del 2020 sia inferiore almeno del 30% rispetto al fatturato medio mensile del 2019

Questa condizione non si applica alle partite IVA nate dopo il 1° gennaio 2019


I passi da fare per il calcolo

  1. Si prende il fatturato senza Iva del 2020 e si divide per 12

  2. Si prende il fatturato senza Iva del 2019 e si divide per 12

  3. Se non ci fosse stato calo o se il calo fosse meno del 30% -> non spetta nessun contributo

se il calo del fatturato è più del 30%  ->  spetta il contributo 

Come si calcola

Il contributo si calcola applicando una di queste percentuali al calo di fatturato medio mensile

60% -> ricavi 2019 fino a 100.000 euro
50% -> ricavi 2019 tra 100.000 e 400.000 euro
40% -> ricavi 2019 tra 400.000 e 1 milione euro
30% -> ricavi 2019 tra  1 milione e 5 milioni euro
20% -> ricavi 2019 tra 5 milioni e 10 milioni euro

Il minimo che spetta (sempre che ci sia stato il calo di almeno il 30%):

  • 1000 euro di contributo se partita IVA individuale

  • 2000 euro se società

Esempio di calcolo


· fatturato 2019 = 240.000

· fatturato 2020 = 120.000

  1. Risulta rispettato il primo requisito della perdita di fatturato di almeno il 30%.

  2. Si calcola la media mensile del fatturato di ciascuno dei due anni:

  • la media mensile 2019 è pari a 20.000 (240.000/12)

  • la media mensile del 2020 è pari a 10.000 (120.000/12)

  • La differenza tra le due medie è di 10.000 (20.000 meno 10.000).

Il contributo spettante è pari a 5.000 cioè la differenza di euro 10.000 moltiplicata per il 50% previsto per lo scaglione da 100.000 a 400.000 euro di fatturato 2019.

Quindi 5.000 euro di contributo a fronte di una perdita di fatturato annuale di 120.000 euro.
In pratica in questo esempio il 4,16% del minor fatturato.

Le eccezioni

Per le partite Iva e società nate nel 2019 

1. Non si applica la condizione di avere avuto almeno il 30% in meno di fatturato medio 2020/2019 e dunque il contributo spetta anche per cali lievi

2. In tali casi il fatturato 2019 va diviso per il numeri di mesi in cui la partita Iva è stata aperta.

3. Valgono anche qui i minimi di mille euro per le persone fisiche e di duemila euro per gli altri soggetti.

Per partite Iva e società nate nel 2020 

-> si applicano i minimi in automatico.


Da sapere

-> Per ricavi si intende soltanto le voci relative alla cessione di beni e servizi oggetto dell’attività dell’impresa.

-> Sono esclusi tutti gli altri componenti positivi quali quelli derivanti da cessione di beni strumentali, quote societarie, indennità, contributi, etc..

-> Il contributo non è soggetto ad IRAP né a imposte sui redditi e non concorre al calcolo degli interessi passivi deducibili né alla determinazione totale dei ricavi dell’impresa.


Come si riceve il contributo

Il beneficiario può scegliere tra ricevere l’accredito del contributo a fondo perduto sul proprio conto corrente bancario oppure optare per la sua trasformazione in credito di imposta da utilizzare in compensazione su Modello F24.


Quando arrivano i soldi

La pubblicazione del software è attesa per il 30 marzo 2021 e quindi i soldi arriveranno entro aprile.


La procedura per ottenerlo

Il contributo può essere richiesto esclusivamente mediante istanza telematica all’Agenzia delle Entrate


Per maggiori informazioni e chiarimenti sui requisiti e le modalità di richiesta dei contributi a fondo perduto contattaci o prenota una consulenza.

236 visualizzazioni0 commenti
Consulenza fiscale

Contatti

EVOLUZIONE FISCALE S.R.L.
 

Studio Commerciale di Consulenza FISCALE, SOCIETARIA e PAGHE
 

Via Maria Enriquez Agnoletti, 8  

56025 Pontedera (PISA) 

Email: claudio@evoluzionefiscale.it 

 

Tel 0587 331153   Whatsapp 392 7311800

  • Facebook
  • LinkedIn Icona sociale

©2019 Evoluzione Fiscale S.R.L.  Partita IVA IT02347660504